Risorse

×

Stampa Consumer

Are you salutista?

Una ricerca di Squadrati commissionata dal California Prune Board svela la percezione degli Italiani in merito al proprio grado di salutismo   Milano, 05/06/2017 – Una ricerca di Squadrati commissionata dal California Prune Board, ha indagato la percezione degli italiani in merito al proprio grado di salutismo. Solo un intervistato su quattro (25%) si dichiara “molto” salutista, contro la maggioranza (75%) [...]

Una ricerca di Squadrati commissionata dal California Prune Board svela la percezione degli Italiani in merito al proprio grado di salutismo

 

Milano, 05/06/2017 – Una ricerca di Squadrati commissionata dal California Prune Board, ha indagato la percezione degli italiani in merito al proprio grado di salutismo. Solo un intervistato su quattro (25%) si dichiara “molto” salutista, contro la maggioranza (75%) che si ritiene solo “abbastanza” salutista. Sono soprattutto i giovani tra i 25 e i 34 anni (30%) a definirsi “molto” salutisti o coloro che seguono un regime alimentare particolare (44%), per necessità o altre motivazioni, come la dieta vegetariana o vegana, quella gluten free o del gruppo sanguigno.

 

Solo una minoranza ritiene di esserlo davvero, ma molti desiderano esserlo!

Le motivazioni dichiarate per essere salutisti sono diverse: non manca la volontà di godere di un maggiore benessere generale (73%), così come quella di seguire determinate abitudini alimentari perché le si sente in linea con il proprio stile di vita (39%). Non sorprende nemmeno di trovare chi lo fa per ragioni di linea: ben il 44% di intervistati desidera esserlo per perdere peso o mantenere quello attuale. Tra gli incentivi al salutismo ci sono anche necessità sportive (17%) o motivazioni mediche come intolleranze e allergie (8%). Pochi segnalano, invece, ragioni di circostanza: “perché è di tendenza” (3%) o “perché lo fanno anche i miei amici” (3%).

L’importante è informarsi

Per essere salutisti e per avere consigli su un’alimentazione sana è importante informarsi e rimanere costantemente aggiornati. Le persone a cui rivolgersi, così come i canali, risultano essere diversi. Gli italiani intervistati ricercano consigli soprattutto rivolgendosi al medico di famiglia (36%) e al dietista/nutrizionista (26%) o al dietologo (17%). E sono soprattutto coloro che si definiscono “molto” salutisti a preferire questi professionisti, considerandoli una fonte autorevole. Ma c’è anche chi dichiara di volere fare di testa propria (18%), quasi un intervistato su cinque.

Tra i canali, l’online in vetta alla classifica

Ed ecco che in un mondo sempre più connesso e digital in pole position, tra i canali preferiti, si posiziona il web (69%) con siti e portali dedicati alla salute (45%) e blog specializzati (24%). Anche la televisione (48%) gioca un ruolo importante, in particolar modo con i programmi specifici sul salutismo (24%); i video tutorial su come restare in forma risultano graditi (15%) così come i profili social di esperti (13%).

Per diventare salutisti, bisogna attivarsi

Non bastano le motivazioni, ma bisogna anche adottare determinati comportamenti. Tra quelli maggiormente adottati per raggiungere questo scopo: il bere almeno due litri di acqua al giorno (58%), il limitare l’utilizzo di sale (56%), il limitare il consumo di salumi (51%), di carne rossa (49%) e di latte e derivati (31%), così come il seguire un’alimentazione basata sul controllo degli zuccheri (51%) e dei grassi (50%).

Frutta, verdura: gli irrinunciabili

Si assiste anche alla riscoperta di frutta e verdura. Il 94% degli intervistati dichiara infatti di mangiare tutti i giorni frutta (94%) – che sia fresca, secca o disidratata – e verdura (57%). Emerge inoltre che il consumo di prugne secche è prerogativa di chi si ritiene “molto attento” alla proprio salute. Alla ricerca hanno partecipato oltre 600 maggiorenni, distribuiti in tutta Italia: Nord (45%), Sud e Isole (32%) e Centro (23%). Il campione è equamente diviso tra rispondenti donne (50%) e uomini (50%) e ha coinvolto principalmente la fascia 45-54 (39%), seguiti dalla fascia 35-45 (35%) e dalla fascia 25-34 (26%).

 

California Prune Board

La filiera delle Prugne della California è rappresentata dal California Prune Board, consorzio che riunisce 900 coltivatori e 20 confezionatori di prugne provenienti dalla California. La California produce il 99% delle prugne secche negli Stati Uniti, e il prodotto premium viene esportato in oltre 70 Paesi in tutto il mondo. In totale, la California contribuisce per il 60% alle forniture mondiali di prugne secche. Il California Prune Board si occupa di promuovere e incrementare le vendite e la consapevolezza sulle prugne secche della California.

Sito ufficiale

http://www.californiaprunes.it/

Facebook @prugnedellacalifornia

Instagram @PrugnedellaCalifornia

Twitter @DottPlum

Per ulteriori informazioni

Business Press

Tel. + 39 – 02 – 72585.1 – Mail: cpb@bpress.it

 

 

LessRead all

I cinque smoothie per arrivare in forma all’estate grazie ai benefici delle Prugne della California

Drenanti, disintossicanti, anti-age, per la bellezza dei capelli e per l’abbronzatura: ecco i cinque smoothie da non perdere secondo il California Prune Board!   Milano, 16/05/2017 – Leggeri, freschi e salutari… arriva l’estate ed è tempo di smoothie! Ottimi per sostituire un pasto oppure da assaporare a colazione o come spuntino, i frullati sono la soluzione ideale per prepararsi alla stagione [...]

Drenanti, disintossicanti, anti-age, per la bellezza dei capelli e per l’abbronzatura: ecco i cinque smoothie da non perdere secondo il California Prune Board!

 

Milano, 16/05/2017 – Leggeri, freschi e salutari… arriva l’estate ed è tempo di smoothie! Ottimi per sostituire un pasto oppure da assaporare a colazione o come spuntino, i frullati sono la soluzione ideale per prepararsi alla stagione più bella dell’anno o per affrontare le calde giornate estive. Ricchi di frutta e verdura, gustosi grazie anche all’aggiunta di yogurt, latte o bevande vegetali, gli smoothie racchiudono nutrienti indispensabili per il benessere e la bellezza. Facili da realizzare, sono un valido allea- to per arrivare all’estate in forma smagliante!

Detox, drenante, anti-age, efficace per la bellezza dei capelli o per un’abbronzatura da invidia, ogni smoo- thie trova un valido alleato nelle Prugne della California grazie alle notevoli proprietà nutrizionali. Eccellente fonte di fibra, naturalmente privo di grassi e di zuccheri aggiunti e con vitamina K, B6, potassio e manganese, questo superfood non può mancare nel cammino verso la rémise en forme in vista dell’estate. In collaborazione con la food blogger di Peperoni e Patate, Teresa Balzano, e la dietista nutrizionista Annamaria Acquaviva, il California Prune Board propone cinque gustose ricette per ottenere risultati sorprendenti.

 

SMOOTHIE DRENANTE

INGREDIENTI

2 Prugne della California

2 fette d’ananas

1 cetriolo

2 gambi di sedano

Succo di un lime

3-4 foglioline di menta

3 cubetti di ghiaccio

PROCEDURA

Lavare, sbucciare e tagliare a fette la frutta e la verdura; togliere i filamenti esterni al sedano. Mettere il tutto in un frullatore, aggiungere le foglioline di men-ta, il succo del lime e il ghiaccio e frullare fino a ottenere un composto liscio e cremoso. Il ghiaccio può essere aggiunto solo alla fine per mantenerlo in pezzi.

CONSIGLIO

Estremamente leggero, questo smoothie può essere lo spuntino per ogni ora del giorno!

“I vegetali contenuti in questo smoothie sono molto ricchi d’acqua (ne contengono fino al 97%). Sedano e centriolo sono poveri di calorie e hanno un effetto altamente drenante grazie al contenuto di potassio e al basso contenuto di sodio. L’ananas, invece, contiene bromelina, un enzima con azione diuretica che favori-sce anche la digestione. Ricche di fibre e dal basso indice glicemico, le Prugne della California contribui-scono a disintossicare l’organismo e aggiungono dolcezza naturale alla composizione. Questo smoothie è la bevanda ideale per idratarsi, combattere la ritenzione idrica con gusto”, spiega Annamaria Acquaviva, dietista nutrizionista per il California Prune Board.

 

SMOOTHIE PER LA BELLEZZA DEI CAPELLI

INGREDIENTI

3 Prugne della California

4 pugni di spinaci novelli

Succo di mezzo limone

1 papaya

10-15 mirtilli

1 cucchiaino di curcuma

3 cubetti di ghiaccio

Semi di girasole

PROCEDIMENTO

Lavare la frutta e la verdura; sbucciare e tagliare a pezzi la pa-paia e versare tutti gli ingredienti nel boccale di un frullatore. Aggiungere poi la curcuma e il ghiaccio e frullare fino a ottene-re uno smoothie liscio. Versare nel bicchiere e completare con i semi di girasole.

CONSIGLIO

Aggiungere semi oleosi o frutta secca per potenziare le proprietà dello smoothie.

“Questo smoothie nutre e favorisce la naturale bellezza dei capelli grazie alle proprietà degli ingredienti scelti. Primi fra tutti gli spinaci: contengono ferro (meglio assorbito poiché spruzzato con succo di limone) – la cui carenza può essere causa di caduta di capelli – e luteina, utile per il corretto funzionamento del ri-cambio cellulare e per ridurre l’eccesso di secrezione sebacea. Anche le Prugne della California danno il lo-ro contributo grazie alla presenza di vitamina B6, regolatrice della secrezione di sebo, e del rame, nu-triente antiossidante che contribuisce a rendere più intenso e uniforme il colore dei capelli, che sole e salsedine possono rendere opaco e spento. La vitamina E contenuta nei semi di girasole, invece, è un po-tente antiossidante biologico che contrasta la formazione di radicali liberi, previene l’invecchiamento pre-coce e quello dovuto ai raggi solari. Infine la curcuma agisce come antiossidante e spazzino dei radicali libe-ri”, commenta Annamaria Acquaviva.

 

SMOOTHIE PER L’ABBRONZATURA

INGREDIENTI

2 Prugne della California

1 carota cotta al vapore

1 pesca

2 fette di melone

4-5 fragole

1 vasetto di yogurt bianco

PROCEDIMENTO

Lavare la carota e falla cuocere a vapore. Nel frattempo, sbuc-ciare e tagliare a pezzi la pesca e il melone, lavare le fragole. Versare tutto nel blender; appena cotta, aggiungere la carota tagliata a pezzetti, lo yogurt e avviare il mixer. Frullare fino a ottenere un composto omogeneo.

CONSIGLIO

Perfetto per iniziare la giornata all’insegna del gusto e del be-nessere.

“La frutta di stagione con colore rosso, giallo, arancio – come carote, pesche, melone – è ricca di carotenoi-di, utili per preparare la pelle al sole, precursori della Vitamina A. Per favorire l’assimilazione di questa vi-tamina liposolubile che apporta benefici all’epidermide e favorisce l’abbronzatura, è bene abbinarla a un componente lipidico, come lo yogurt, o favorire una breve cottura, come per la carota. Per ottenere un co-lorito gradevole e uniforme sono d’aiuto le Prugne della California, grazie alla presenza di un nutriente antiossidante quale il rame che, insieme a quercitina e acido ellagico e agli antiossidanti delle fragole, combattono i radicali liberi e l’invecchiamento precoce della pelle”, spiega Annamaria Acquaviva.

 

SMOOTHIE DISINTOSSICANTE

INGREDIENTI

2 Prugne della California

1 mazzetto di rucola

2 kiwi

1 mela

1 bicchiere di tè verde

3 cubetti di ghiaccio

1 spruzzata di limone

PROCEDIMENTO

Preparare del tè verde e lasciarlo raffreddare. Lavare la rucola, sbucciare i kiwi e la mela e tagliali a tocchetti. Versare il tutto in un frullatore, aggiungere il succo di limone, il tè e il ghiaccio e avviare il mixer. Frullare il tutto e decorare a piacere prima di gustare.

CONSIGLIO

Con un sapore erbaceo e con un sentore appena amaro, questo smoothie è perfetto per sostituire la cena.

“L’effetto disintossicante di questo smoothie è garantito dalle fibre presenti nelle prugne e nei kiwi e dalla pectina contenuta nella mela, che contribuiscono a depurare l’organismo dalle scorie in eccesso. Grazie al contenuto di potassio, di cui le prugne disidratate hanno un alto contenuto, come anche il tè verde, è apprezzabile anche un buon effetto drenante. Tutti questi ingredienti, insieme alla rucola, assicurano l’apporto di antiossidanti e vitamine del gruppo B, C, clorofilla, potassio ed enzimi”, chiarisce Annamaria Acquaviva.

 

SMOOTHIE ANTI AGE

INGREDIENTI

2 Prugne della California

1 vaschetta di lamponi

1 vaschetta di more

1 centimetro di zenzero

3-4 foglioline di menta

1 bicchiere di latte di cocco

PROCEDIMENTO

Lavare la frutta, pelare lo zenzero e versare tutti gli ingredienti in un frullatore. Unire il latte di cocco e la menta e frullare il tut-to. Decorare con menta fresca prima di servire.

CONSIGLIO

Buono, ma anche sostanzioso e leggero, questo smoothie è per-fetto anche per la pausa pranzo.

“Frutti di bosco come more e lamponi, uniscono l’azione dei polifenoli e degli antociani, che contrastano i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cutaneo, a quella protettiva nei confronti delle fibre di ela-stina (responsabili dell’elasticità della pelle), svolta dall’acido ellagico. Gli antiossidanti contenuti nelle Pu-gne della California e nelle spezie ed erbe aromatiche, come zenzero e menta, potenziano l’effetto antiage e donano a questo smoothie un aroma profumato”, conclude Annamaria Acquaviva.

 

California Prune Board

La filiera delle Prugne della California è rappresentata dal California Prune Board, consorzio che riunisce 900 coltivatori e 20 confe-zionatori di prugne provenienti dalla California. La California produce il 99% delle prugne secche negli Stati Uniti, e il prodotto pre-mium viene esportato in oltre 70 Paesi in tutto il mondo. In totale, la California contribuisce per il 60% alle forniture mondiali di prugne secche. Il California Prune Board si occupa di promuovere e incrementare le vendite e la consapevolezza sulle prugne sec-che della California.

Sito ufficiale California Prune Board

 

http://www.californiaprunes.it/

Facebook @prugnedellacalifornia

Instagram @PrugnedellaCalifornia

Twitter @DottPlum

Per ulteriori informazioni

Business Press

Tel. + 39 – 02 – 72585.1 – Mail: cpb@bpress.it

 

LessRead all

Caldo torrido? Ecco i 5 rimedi del California Prune Board per affrontare l’estate

Cinque semplici regole da seguire per prendersi cura del proprio benessere anche in estate Milano, 12/07/2017 – Caldo, mare, abbronzatura… sono le parole che richiamano l’estate! Le temperature che aumentano e l’arrivo delle vacanze portano spesso a un cambiamento nelle abitudini quotidiane: cambiano gli orari e le necessità dell’organismo che si deve adattare alla bella stagione. Basta seguire poche buone [...]

Cinque semplici regole da seguire per prendersi cura del proprio benessere anche in estate

Milano, 12/07/2017 – Caldo, mare, abbronzatura… sono le parole che richiamano l’estate! Le temperature che aumentano e l’arrivo delle vacanze portano spesso a un cambiamento nelle abitudini quotidiane: cambiano gli orari e le necessità dell’organismo che si deve adattare alla bella stagione.

Basta seguire poche buone regole per vivere al meglio il caldo estivo, come quelle elaborate dal California Prune Board in collaborazione con la dietista nutrizionista Annamaria Acquaviva.

  1. IDRATARSI
    Mantenere la pelle elastica e idratata e ripristinare i liquidi persi a causa del caldo è fondamentale. È necessario bere almeno 8-10 bicchieri d’acqua nell’arco della giornata, indipendentemente dallo stimolo della sete. Via libera agli smoothie e alle acque aromatizzate, lasciando in infusione menta, succo di limone o frutta di stagione. Da limitare le bibite zuccherate e gli alcolici, oltre alle bevande ghiacciate.
  2. AVERE PASTI REGOLARI
    Mantenere il più possibile il numero e gli orari dei pasti quotidiani – 3 pasti principali + 2 spuntini – per favore il senso di sazietà e il controllo di calorie e abbuffate. In questo modo il metabolismo si manterrà più efficiente. Anche durante la villeggiatura, è utile privilegiare un pasto leggero a pranzo – come un’insalatona – e provare le specialità locali la sera.
  3. AUMENTARE I PIATTI A BASE DI FRUTTA E VERDURA
    Idratanti, ricchi di micronutrienti essenziali e composti fitochimici antiossidanti – diversi a seconda del colore dei vegetali – frutta e verdura sono perfette come condimento per un primo piatto o per creare gustose insalate. È importante che siano fresche e colorate per aumentare l’effetto protettivo dei composti benefici e limitare gli effetti dei radicali liberi provocati dalle radiazioni solari. È importante privilegiare la frutta di stagione: quella estiva, di colore rosso- giallo-arancio è ricca di carotenoidi, utili per preparare la pelle al sole. I vegetali di questo colore che subiscono una breve cottura favoriscono, invece, l’assorbimento della Vitamina A, che apporta benefici all’epidermide favorendo l’abbronzatura e fa bene agli occhi.
  4. PROTEGGERE LA PELLE
    Protezioni adeguate al proprio fototipo sono fondamentali per godersi l’estate senza rischi: si raccomanda di usare sempre la massima protezione per il viso o cercare di coprirlo con cappelli e visiere, prendere le radiazioni sul resto del corpo con gradualità. I raggi del sole favoriscono la produzione di Vitamina D, di cui negli ultimi anni le evidenze scientifiche hanno sottolineato l’importanza per la salute. Un aiuto per la pelle può arrivare anche da alimenti contenenti vitamina E: potente antiossidante, si trova nei grassi da condimenti, come olio d’oliva, oppure in semi oleosi, frutta a guscio, mandorle e nocciole che possono rappresentare un ottimo spuntino.
  5. PROTEGGERE I CAPELLI
    La salsedine e il sole possono disidratare i capelli: è importante trattarli con oli specifici, sciacquarli dopo ogni bagno al mare e fare maschere nutrienti. Anche le Prugne della California danno un utile contributo, grazie alla presenza di vitamina B6, regolatrice della secrezione di sebo, e del rame, nutriente antiossidante che contribuisce a rendere più intenso e uniforme il colore dei capelli. Il rame favorisce la naturale pigmentazione di pelle e capelli e favorisce anche una nuance di abbronzatura più gradevole. Per tutti, ma soprattutto per i bambini più piccoli, è consigliabile proteggere la testa dal sole in particolare nelle ore più calde della giornata.

 

California Prune Board

La filiera delle Prugne della California è rappresentata dal California Prune Board, consorzio che riunisce 900 coltivatori e 29 confezionatori di prugne provenienti dalla California. La California produce il 99% delle prugne secche negli Stati Uniti, e il prodotto premium viene esportato in oltre 70 Paesi in tutto il mondo. In totale, la California contribuisce per il 60% alle forniture mondiali di prugne secche. Il California Prune Board si occupa di promuovere e incrementare le vendite e la consapevolezza sulle prugne secche della California.

Sito ufficiale

 

http://www.californiaprunes.it/

Facebook @prugnedellacalifornia

Instagram @PrugnedellaCalifornia

Twitter @DottPlum

 

Per ulteriori informazioni

Business Press

Tel. + 39 – 02 – 72585.1 – Mail: cpb@bpress.it

LessRead all
Il biancomangiare con salsa alle Prugne della California: l’originale dolce di San Valentino per sorprendere il palato

Il biancomangiare con salsa alle Prugne della California: l’originale dolce di San Valentino per sorprendere il palato

Milano, 01 02 2017 – San Valentino si avvicina inesorabile come ogni anno. “Odiato” o desiderato che sia, pare essere comunque un momento opportuno per mettere alla prova le proprie capacità culinarie e per sorprendere con un dolce pensiero. E se il tempo è poco, visto i mille preparativi per quella che deve essere una serata speciale all’insegna dell’amore, la [...]

Milano, 01 02 2017 – San Valentino si avvicina inesorabile come ogni anno. “Odiato” o desiderato che sia, pare essere comunque un momento opportuno per mettere alla prova le proprie capacità culinarie e per sorprendere con un dolce pensiero. E se il tempo è poco, visto i mille preparativi per quella che deve essere una serata speciale all’insegna dell’amore, la ricetta del biancomangiare con le Prugne della California della food blogger Teresa Balzano è quello che serve: si prepara in pochi minuti, si mette in frigo e si attende il momento di servire. Si tratta di un dolce dai sapori delicati, di un dessert leggero, ma in grado di dare un tocco alla serata con note speziate!

Non bisogna poi dimenticarsi di dettagli rosso e cuoricini perché si sa anche l’attenzione ai particolari contribuisce a creare un’atmosfera calda in grado di far innamorare di ogni portata.

Durante le occasioni speciali non è necessario rinunciare al gusto soprattutto quando si tratta del dessert: basta puntare su un’alimentazione sana e di qualità scegliendo ingredienti con caratteristiche nutrizionali adeguate. Le Prugne secche della California, infatti, ad esempio rappresentano una naturale alternativa agli zuccheri poiché prive di grassi e il perfetto elemento per presentare al meglio il dolce di San Valentino.

IL BIANCOMANGIARE CON SALSA ALLE PRUGNE DELLA CALIFORNIA

Ingredienti per 4 persone:

– 500 ml di latte di mandorle

– 100 g di zucchero

– 50 g di amido di mais

– scorza di un limone

 

Per la salsa:

– 4 prugne secche della California

– 2 cucchiai di zucchero

– la punta di un cucchiaino di cannella

Mandorle a lamelle per completare

 

Preparazione:

Versare in una pentola il latte lasciandone un bicchiere da parte. Aggiungere lo zucchero e 2-3 scorzette di limone evitando di prendere la parte bianca. Mettere su fuoco basso e intanto fare sciogliere l’amido di mais nel latte tenuto da parte. Versare il tutto nel latte caldo e iniziare a mescolare con una frusta senza fermarsi. Quando la crema si sarà addensata togliere dal fuoco e versare in uno stampo grande oppure in 4 monoporzione. Livellare, lasciare raffreddare e poi mettere in frigorifero per 3-4 ore. Quando sarà completamente rappreso il biancomangiare è pronto per essere servito.

Durante il riposo in frigorifero si può procedere con la preparazione della salsa di accompagnamento. Versare le prugne, lo zucchero e la cannella in un pentolino, coprire d’acqua e mettere su fuoco basso. Dopo qualche minuto iniziare a rompere le prugne con un cucchiaio pian piano queste inizieranno a disfarsi. Per rendere tutto più cremoso in alternativa si può utilizzare anche uno schiacciapatate a pressione oppure un frullatore a immersione. Continuare la cottura finché la salsa diventa cremosa e fluida. Se si addensa troppo durante la cottura unire altra acqua per regolare.

Quando il biancomangiare è pronto è da capovolgere su un piatto e da guarnire con 2-3 cucchiai della salsa di accompagnamento. Per finire, fare tostare le mandorle rapidamente in una padella e decorare il dessert.

 

California Prune Board

La filiera delle Prugne della California è rappresentata dal California Prune Board, consorzio che riunisce 900 coltivatori e 20 confezionatori di prugne provenienti dalla California. La California produce il 99% delle prugne secche negli Stati Uniti, e il prodotto premium viene esportato in oltre 70 Paesi in tutto il mondo. In totale, la California contribuisce per il 60% alle forniture mondiali di prugne secche. Il California Prune Board si occupa di promuovere e incrementare le vendite e la consapevolezza sulle prugne secche della California.

Sito ufficiale

http://www.californiaprunes.it/

Facebook @prugnedellacalifornia

Instagram @PrugnedellaCalifornia

Twitter @DottPlum

Per ulteriori informazioni

Business Press

Tel. + 39 – 02 – 72585.1 – Mail: cpb@bpress.it

 

 

LessRead all

Le Prugne della California: un valido alleato per affrontare al meglio l’inverno

Milano, 30 gennaio 2017 – L’inverno è ormai nel pieno della sua stagione con la carenza di luce, le giornate più corte e il freddo pungente che colpiscono umore ed energie con spossatezza e demotivazione. E’ una sensazione normale, infatti, sentirsi sopraffatti da una sorta di stanchezza cronica, probabilmente accumulata nei mesi precedenti in grado di indebolire l’organismo. Quello che [...]

Milano, 30 gennaio 2017 – L’inverno è ormai nel pieno della sua stagione con la carenza di luce, le giornate più corte e il freddo pungente che colpiscono umore ed energie con spossatezza e demotivazione. E’ una sensazione normale, infatti, sentirsi sopraffatti da una sorta di stanchezza cronica, probabilmente accumulata nei mesi precedenti in grado di indebolire l’organismo.

Quello che è certo è che ci si può consolare accendendo il camino, passando dei piacevoli momenti sotto il piumone, coprendosi a strati o perché no scegliendo quei super food che possono diventare validi alleati per affrontare al meglio la stagione invernale come le Prugne della California: gustose e salutari, sono l’ingrediente ideale in grado di supportare e di dare una sferzata di energia. Le Prugne della California, sono frutti dalle notevoli virtù salutistiche, merito soprattutto dell’importante presenza di sali minerali quali magnesio, potassio, fosforo e calcio.

Non sorprende che, essendo caratterizzate da un indice glicemico controllato, grazie alla buona presenza di fibre e alla composizione dei suoi glucidi, forniscono al cervello un’energia facilmente disponibile e di graduale assimilazione. Inoltre, essendo fonte di vitamina B6 contribuiscono al normale funzionamento del sistema immunitario e alla riduzione della stanchezza, aspetto importante soprattutto in questa stagione in cui si è più soggetti ad acciacchi e malanni. In più, difendono dallo stress ossidativo e grazie alla presenza di rame contribuiscono anche alla normale pigmentazione della pelle, che soprattutto in inverno ha bisogno di maggiori cure e di qualche attenzione in più.

Le prugne secche attualmente sono l’unica frutta secca, naturale e intera a vantare un’indicazione nutrizionale autorizzata dall’Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare per l’Unione Europea, grazie ad un processo di applicazione durato sei anni da parte del California Prune Board, che ne conferma i benefici per l’apparato digerente. Inoltre, tre pugne costituiscono una delle cinque porzioni giornaliere di frutta e verdura e rappresentano un modo facile e pratico per aumentare l’assunzione di frutta e verdura nella propria alimentazione, soprattutto in inverno, quando trovare prodotti vegetali è un po’ più difficile. Sono ingredienti perfetti nei piatti salati. Ma anche in quelli dolci, dove possono costituire un dolcificante naturale alternativo allo zucchero”, conclude Annamaria Acquaviva Dietista Nutrizionista per il California Prune Board.

 

California Prune Board

La filiera delle Prugne della California è rappresentata dal California Prune Board, consorzio che riunisce 900 coltivatori di susine e 29 confezionatori di prugne secche provenienti dalla California. La California produce il 99% delle prugne secche negli Stati Uniti, e il prodotto premium viene esportato in oltre 70 Paesi in tutto il mondo. In totale, la California contribuisce per il 60% alle forniture mondiali di prugne secche. Il California Prune Board si occupa di promuovere e incrementare le vendite e la consapevolezza sulle prugne secche della California.

Sito ufficiale http://www.californiaprunes.it/

Facebook @prugnedellacalifornia

Instagram @PrugnedellaCalifornia

Twitter @DottPlum

Per ulteriori informazioni

Business Press

Tel. + 39 – 02 – 72585.1 – Mail: cpb@bpress.it

LessRead all